Libri e birra con Articioc

SABATO 8 GIUGNO
LA BIRRA DAL RETROGUSTO SOCIALE
Birrificio ARTICIOC
dalle 20
gratuito, solo su PRENOTAZIONE

l’evento fa parte di GOLA GOLA FESTIVAL

 

La birra, si sa, può avere un retrogusto amaro, di luppolo, di spezie, di frutta matura… e pure sociale. Sì avete capito bene, un retrogusto sociale come le birre prodotte dal microbirrificio ARTICIOC di Parma che, a tutti gli effetti, è una cooperativa di tipo B, e  il suo organico è formato anche da persone con disabilità

Quindi mi piaceva l’idea di ospitare in BOOKBANK una piccola degustazione di birre ARTICIOC per far conoscere anche a Piacenza questo meraviglioso mondo fatto di sapori e di solidarietà… e quindi vi aspetto SABATO 8 GIUGNO alle 20 pronti per assaggiare e capire insieme come lavora e funziona ARTICIOC.
E se vi piacciono, entreranno a far parte della piccola bottega di Bookbank!

La degustazione è gratuita, ma siccome BB non è proprio gigante, la prenotazione E’ OBBLIGATORIA perchè i posti sono limitati 🙂

 

***********

Articioc Coop Sociale nasce nel 2014, ma il progetto eredita l’esperienza maturata, negli ultimi nove anni, dai suoi soci fondatori all’interno dell’associazione culturale Altafermentazione di Parma. Altafermentazione è stata una delle prime associazioni locali ad affiliarsi a Unionbirrai, l’associazione nazionale che ha permesso lo sviluppo del movimento birra artigianale in Italia.
In nove anni di eventi organizzati nei pub cittadini, di corsi di degustazione, di homebrewing abbiamo acquisito un patrimonio unico di:
competenze nella produzione di birra artigianale;
competenze nella organizzazione di eventi;
relazioni con pub, locali, distributori e appassionati;
relazioni con i produttori nazionali di birra artigianale;
relazioni con associazioni di volontariato.
Durante questo percorso, la nostra naturale sensibilità ha portato a maturare un progetto di gestione di un microbirrificio con personale svantaggiato per coniugare la realtà imprenditoriale con alcuni bisogni sociale e creare così una realtà che sia in grado di sostenersi autonomamente.
La scelta della birra artigianale come prodotto finale è mirata: il processo di produzione della birra consta infatti di fasi quali macinazione del malto, cottura, insaporimento, fermentazione, imbottigliamento, tappatura, etichettatura e inscatolamento, che permettono di coinvolgere e inserire lavoratori con competenze diverse, offrendo a ciascuno un compito, e quindi un ruolo, col quale prendere confidenza, migliorarsi e realizzarsi.
Se l’obiettivo finale è quello di avviare un sito di produzione, la fase iniziale del progetto ha visto invece la cooperativa sociale operare come beer firm, producendo una gamma di birre proprie presso birrifici partner. Le attività svolte in questa prima fase sono state quindi tipicamente di tipo commerciale e volte a far acquisire alla cooperativa il patrimonio, la visibilità e le relazioni necessarie per poter intraprendere gli sviluppi successivi. All’inizio l’attività più impegnativa è stata quella della vendita diretta tramite mescita in fiere e mercati nella stagione estiva; in tale fase abbiamo coinvolto un socio disabile nei vari appuntamenti.
L’attività dei primi due anni non è stata solo di tipo commerciale. Il fatto di spillare birra nel nostro stand ci ha dato una buona visibilità e permesso di fare promozione al progetto. La rete si è costituita quasi in modo naturale, condividendo esperienze sogni e speranze dapprima davanti ad un bicchiere, e poi con incontri sempre più assidui e continui man mano che si comprendeva che si potevano creare sinergie e collaborazioni importanti.
Condividere, creare percorsi di crescita con altre cooperative e associazioni, avere sempre una vision volta al bene comune: il nostro percorso progettuale si è fondato su questi pilastri e ci ha permesso di instaurare collaborazioni sempre più strette con l’Associazione Sanseverina, Cooperativa Insieme, Cooperativa La Bula, Confcooperative, Consorzio di Solidarietà Sociale.
Tutto questo senza tralasciare l’aspetto produttivo e commerciale. In due anni abbiamo sviluppato tre prodotti: dalla vendita diretta iniziale tramite mescita di una sola birra, in successivi step ne abbiamo introdotte altre due iniziando anche la commercializzazione in bottiglia presso ristoranti, pub ed enoteche di Parma e provincia.