C/Arte: Love Hotel di Eleonora Fiori

C/Arte: Love Hotel di Eleonora Fiori

ELEONORA FIORI
“Love Hotel”
a cura di Elisa Bozzi
Dal 17 febbraio al 3 marzo 2018

I “Love Hotel” sono degli alberghi in cui si può restare per qualche ora o per tutta la notte. Per fare cosa? Sesso, of course. In Giappone, vera e propria patria di questo tipo di struttura, si stima che oltre la metà del sesso fatto, sia fatto negli hotel dell’amore, col contorno di sex toys, soffitti a specchio, letti vibranti e distributori di preservativi.
E’ dalla dicotomia tra sesso e amore che nasce la mostra di Eleonora Fiori, una serie di illustrazioni velatamente erotiche, così misteriose e colorate da risultare di sicuro non volgari.
Gli stereotipi dell’erotismo ci sono tutti: bambole gonfiabili, vulve, falli, seni, ma con moderazione. Le immagini sono armoniche, geometriche, ripetute, e diventano stereotipi di difficile decifrazione. Mani che diventano o trattengono oggetti di piacere, l’ambiguità delle due mani femminili che si stringono, organi sessuali femminili che diventano farfalle, seni che sfilano ordinati e orgogliosi.
L’estetica di Eleonora Fiori è come sempre pulita e di classe, e ancora una volta l’arte diventa design, di gusto squisitamente nipponico: tutti i lavori sono proposti come i tradizionali tenugui, ovvero quei pezzi di stoffa che vengono utilizzati sia come straccio o copricapo, sia come decorazione da appendere alla parete tenuta da due bacchette di legno alle estremità.
Eleonora Fiori è una designer, si occupa di moda e crea, grazie al supporto di Adobe Illustrator, un mondo illustrato tra il surrealismo e la metafisica. I colori sono piatti e brillanti, le forme ben delineate e di gusto pop.

ELEONORA FIORI
Nata a Piacenza nel 1984, frequenta il liceo artistico che le dà immediatamente le basi per poter esprimere a pieno la sua creatività. Da piccola ha sempre cercato di creare un mondo a parte fatto di disegni surrealistici e composizioni bizzarre di oggetti.
Il suo interesse verso la moda la porta a dedicarsi al fashion design e a diplomarsi all’Istituto Europeo di Design a Milano, a cui è seguito il diploma di fashion designer all’Afol Moda, sempre a Milano.
Il suo primo lavoro nel settore è stato come bijoux designer presso la casa di moda Marni, dove ha appreso tanta tecnica e ha respirato tanta arte e creatività. Questa esperienza le ha trasmesso la passione per il mondo del gioiello, che tuttora frequenta, e in particolar modo per le collane. Il suo lavoro si divide in illustrazione digitale e creazione di monili; questi ultimi sono da poco in vendita sul nuovo Shop-Online che vede protagoniste le sue creazioni e alcuni accessori ispirati ai disegni. I gioielli che produce sono stati esposti nell’ottobre 2016 a Palazzo Reale e lo scorso Gennaio 2018 alla fiera del Lifestyle Homi di Milano. Per quanto riguarda le illustrazioni collabora con diversi designer per stampare su tessuto i vari pattern, per fare da sfondo pubblicitario a delle collezioni di borse e con vari studi di Milano per creare cartoline e copertine di magazines.